Consigli per ridurre i tempi di permanenza dei cattivi odori in cucina

Non c’è niente di meglio che entrare in cucina e sentire il profumo dei biscotti appena sfornati, l’aroma del caffè o della pasta al forno…Un profumo che ti fa venire voglia di cedere a tutte le tentazioni. E poi, ci sono quei piatti altrettanto buoni che però infestano la casa di pessimi odori, come l’odore di fritture, di pesce, di broccoli, cavolfiore, odori intensi che spesso rimangono anche addosso ai vestiti. Ecco perché bisogna pensare a qualche accortezza in più per cercare di ridurre i tempi di permanenza dei cattivi odori in cucina e per il benessere di tutta la famiglia.

Odori in cucina

Cosa fare quando si hanno cattivi odori in cucina?

  1.  Pulisci e igienizza la cucina mentre prepari il cibo, togli tutti i residui di cibo;
  2.  Lava subito i piatti specie se si tratta di fritture; (se ci sono cattivi odori provati da pesce, formaggi o uova, un consiglio è quello di aggiungere 2 cucchiai di vino all’acqua di ammollo dei piatti);
  3.  Arieggia la stanza, mai stare con finestre chiuse;
  4.  Utilizza i sistemi di ventilazione come la cappa che non solo rimuovono i cattivi odori ma anche migliorano l’aria in cucina;
  5.  Pulisci l’interno del frigorifero almeno 2 volte al mese, è proprio lì che si annidano i cattivi odori;
  6. Non dimenticare di pulire il secchio dei rifiuti!

Quali sono i prodotti ideali contro i cattivi odori?

Si consiglia, di utilizzare prodotti non invasivi che neutralizzano i cattivi odori offrendo al tempo stesso anche un buon profumo. Con Deo Mix sei al sicuro, 3 spruzzi per un profumo inebriante duraturo fino a 3 giorni di freschezza. Scegli i nostri profumatori super profumosi!

Profumatori Deo Mix